lunedì 14 gennaio 2013

RICETTA LA CASSOEULA

La Cassoeula


è un piatto tipico lombardo,che all'impatto con tutti gli ingredienti che vi posterò sembrerà difficile invece no...tranquilli ragazzi è fattibile da tutti se l'ho fatta io...sicuramente anche voi lo potrete gustare
Altro nome usato è il più generico “bottaggio“, comunque sia il nome deriva sempre dalla pentola in cui viene cotta.
La Cassoeula è un piatto invernale, non è certo un piatto per tutti i giorni, sia per la complessità della preparazione sia per la “leggera” pesantezza del piatto stesso. Piatto dei giorni di festa è tradizione iniziare a consumarlo, accompagnato con polenta, ad inizio Novembre (ai Santi/Morti).


INGREDIENTI PER 6 PERSONE

    Piedino
  • 1500 gr di verze
  • 800 gr di costine di maiale
  • 250 gr di cotenne di maiale pulite,. raschiate e lavate
  • 1-2 verzini a persona oppure 300 gr di salsiccia
  • 2 spiedini di maiali puliti, raschiati e lavata
  • 1 orecchia di maiale pulita, rischiata e lavata
  • 1 musetto di maiale
  • codino del maiale
  • 200 gr di carote
  • 200 gr di sedano
  • 100 gr di cipolla
  • 50 gr  di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • brodo di carne
  • sale
  • pepe


PROCEDIMENTO


  • Far bollire per circa un’ora, in una pentola con acqua bollente, i piedini di maiale tagliati a metà, le cotenne e le orecchie (Facoltativo: serve per sgrassare il maiale, se volete un piatto più o meno grasso diminuite o aumentate la durata di questa operazione)

  • In un casseruola grande, a fuoco lento, mettere il burro e far soffriggere la cipolla affettata, aggiungere le costine di maiale, l’orecchie e le cotenne tagliate a piccole strisce. Cuocere facendo rosolare bene a fuoco vivace le carni. Aggiungere sedano e carote, versare il vino bianco e farlo sfumare. Aggiungere un mestolo di brodo, mettere il sale (volendo il pepe) e rimescolare il tutto
  • Mettere il coperchio e lasciare sul fuoco molto basso per almeno un’ora controllando che non si attacchi al fondo (nel caso aggiungere altro brodo)
  • Intanto pulire la verza, scottarla a secco 2-3 minuti per farle perdere l’acqua, scolarla, tagliarla a pezzi grossolanamente e cuocerla a fuoco basso in una pentola coperta con pochissima acqua finché non appassisce (5-10 minuti). Metterla quindi nella casseruola delle carni insieme alla luganiga tagliata a pezzi ed ai verzini interi. Mettere il coperchio e far cuocere a fuoco moderato per altri 30 o 45 minuti controllando che non si attacchi al fondo.

Provvedere ogni tanto a rimuovere il grasso in superficie.
Servire ben caldo con la polenta e un buon vino rosso mosso ma non abboccato (es. Barbera del Monferrato).

Posta un commento